La Sardegna è un gioiello ricco di luoghi paradisiaci in cui trascorrere delle vacanze staccando la spina dal resto del mondo; tra le località sarde spicca San Teodoro, che alcuni chiamano la perla del mediterraneo. Situato nella storica regione della Gallura, apre le porte alla Costa Smeralda, paradiso naturale noto in tutto il mondo; San Teodoro prende il nome dalla chiesa costruita in onore del Santo e si configura come tra le più vivaci località turistiche dell’intera isola.
L’attrazione principale, che attira piccoli e grandi, è rappresentata dalle spiagge che si estendono per 37 km ed offrono, oltre agli splendidi paesaggi naturali, anche tante altre attività da poter svolgere in famiglia e con gli amici. La spiaggia più nota è sicuramente la Cinta, che si snoda per tre chilometri seguendo l’andamento delle dune di sabbia bianchissima; caratteristica è l’assenza di scogli e rocce, con un fondale basso molto adatto ai bambini ed un mare azzurro e terso. È molto frequentata soprattutto in agosto e, pertanto, molto vivace e allegra; alle sue spalle è possibile ammirare la splendida laguna di San Teodoro immersa nella macchia mediterranea.
Altra spiaggia incantevole è l’Isuledda, la cui forma ricorda uno sperone. All’interno di piccoli cespugli profumati si apre questa spiaggia dal fondale basso ma con presenza di rocce che permettono di effettuare delle immersioni spettacolari. Nei suoi pressi si trova uno stagno asciutto d’estate, che offre angoli di natura incontaminata.
Insenatura naturale posta di fronte alle isole Tavolara e Molara è la spiaggia Capo Coda Cavallo, che offre un mare cangiante con colori che vanno dall’azzurro al verde, permettendo di catturare foto uniche e mozzafiato. Questa spiaggia è completamente immersa nell’Area Marina Protetta, un pullulare di biodiversità su cui padroneggia la poseidonia oceanica, una pianta acquatica che è garanzia di pulizia e alta qualità delle acque.

Se questa zona così natuale e tranquilla adatta per le famiglie vi suscita interesse, qui di seguito vi proponiamo un’ottima offerta  con i  bambini fino ai 13 anni che soggiornano gratuitamente, vicino a Capo Coda Cavallo volo + hotel.
Ultima spiaggia famosa di San Teodoro è la Cala d’Ambra, raggiungibile attraverso un viale alberato che si apre su un paesaggio sensazionale fatto di sabbia color oro e mare cristallino; è, inoltre, la spiaggia più amata dagli abitanti del posto.
Tutte le spiagge offrono molteplici servizi tra cui la possibilità di praticare sport acquatici e da spiaggia. Per gli amanti del beach volley esistono campi da pallavolo disposti sulle spiagge più conosciute di San Teodoro dove spesso vengono organizzati tornei che richiamano anche professionisti del settore.
Altro sport molto praticato è il trekking, in bicicletta per gli amanti di sentieri tortuosi o anche a piedi per le lunghe e rilassanti passeggiate; location preferita per il trekking è il Monte Nieddu, ricco di paesaggi naturalistici che si alternano tra cascate, lagune e la cima della vedetta da cui si ammira un paesaggio mozzafiato a picco sul mare.
Tra gli sport acquatici spiccano il surf, windsurf, vela e all’interno della spiaggia la Cinta si trova un’area dedicata alla pratica di questi sport, dove è possibile anche ricevere delle lezioni private. Inoltre su tutte le spiagge si possono noleggiare imbarcazioni per effettuare delle escursioni in barca alla scoperta di questo mare meraviglioso.
Oltre alle spiagge, San Teodoro offre la possibilità di visitare l’Area Marina Protetta, un parco naturale ad alta presenza di specie protette; al suo interno è possibile partecipare alle molte attività di educazione ambientale, organizzate dai custodi del parco.
Per gli amanti della storia antica, San Teodoro è anche sede di un piccolo ma interessante museo Archeologico che racchiude reperti provenienti dai fondali circostanti e risalenti all’età punica; molto interessante è anche la sezione dedicata alle conchiglie.
Anche il cibo è sorprendente in questo luogo paradisiaco: si spazia dai piatti della tradizione gallurese come la zuppa che mischia pezzi di pane e formaggio insieme al brodo di manzo, passando per la mazza frissa, un mix di semola e panna addolcito con il miele. Il pesce è sicuramente l’ingrediente principale dei piatti di San Teodoro, dalla cernia all’aragosta all’orata, ma anche la bottarga e le ostriche.
San Teodoro, un paradiso naturale, mescolanza perfetta di mare, relax e buon cibo, da visitare assolutamente!