L’isola di Pantelleria, facente parte della provincia di Trapani, è un luogo incantevole, descritta in maniera entusiasta da scrittori e viaggiatori famosi, tra i quali Gabriel García Márquez. Tra le bellezze locali si ricordano le suggestive discese a mare, alcune richiedono qualche minuto di cammino ma ripagano la fatica offrendo allo sguardo il limpido mare blu cobalto, i bagni termali nel Lago di Venere, le favare e le saune naturali tra le rocce vulcaniche. Questi luoghi sono una perfetta sintesi di bellezza incontaminata e possibilità di ritemprare le proprie energie psicofisiche: infatti si possono fare cure a base di fanghi e acque.

Al tempo stesso a Pantelleria si può organizzare una vacanza speciale e unica, affittando un dammuso restaurato per il soggiorno. Si tratta di abitazioni tipiche dell’isola, dal carattere preistorico con spessi muri realizzati in pietra lavica e con una copertura a cupola. Gli interni sono spesso raffinati e quindi creano un piacevole effetto contrasto con l’involucro della struttura. I dammusi sono l’unica tipologia abitativa al di fuori dei centri abitati: si tratta della soluzione più apprezzata per il soggiorno a Pantelleria, che si trasforma così in un’esperienza irripetibile. In questo modo ci si sente completamente integrati con il territorio rustico e selvaggio, affascinante e davvero bellissimo. Dislocati su tutto il territorio è da qui possibile raggiungere in maniera rapida e semplice le zone più fantastiche dell’isola.

Un luogo incantevole è il Lago Specchio di Venere: secondo la leggenda è qui che la dea si specchiava prima di incontrare Bacco. Si trova uno specchio d’acqua naturale che si estende al centro dell’isola, in contrada Bugeber, all’interno del cratere di un vulcano spento. Nei dintorni si estende una flora spettacolare, che ospita una fauna particolare. Per questo motivo è una meta imperdibile per tutti gli amanti di birdwatching: durante la stagione migratoria si registrano numerosi avvistamenti, in particolare dei fenicotteri a Pantelleria. Il lago è il luogo di origine delle terme di Pantelleria: infatti tutt’intorno ci sono vasche di acqua calda (la sua temperatura può superare i 50°C) ed è possibile sfruttare i fanghi termali dalle proprietà benefiche. Sono molte le persone che vengono qui per fare le cure dei fanghi e delle acque per recuperare il proprio equilibrio psicofisico.
Infatti Pantelleria è di origine vulcanica e per questo motivo il territorio sul lato sud dell’isola, lungo le pendici della Montagna Grande, è caratterizzato dalle favare. Sono getti di vapore acqueo ad altissima temperatura, a volte anche superiore a 100°C, che fuoriescono dalle spaccature e dalle fessure nella roccia. In questo modo si crea un luogo magico e dalla bellezza incontaminata, dotata di panorami mozzafiato. Le favare sono collegate a vasche naturali di pietra, che venivano sfruttate in passato dai contadini per abbeverare gli animali ricavando l’acqua dalla condensazione del vapore.

Tra le bellezze di Pantelleria non possono mancare quelle balneari: tra le spiagge più famose ci sono l’Arco dell’Elefante e la Balata dei Turchi. La prima deriva il nome dall’enorme scoglio di pietra lavica che crea un arco in acqua e che ricorda la proboscide di un elefante. Si tratta del luogo simbolo di Pantelleria, sorge sul lato orientale ed è facilmente raggiungibile in auto. Invece la Balata dei Turchi si estende sulla parte opposta dell’isola e viene chiamata così perché in passato questo scalo naturale riparato usato dai pirati barbareschi alleati dei Turchi. La baia è davvero affascinante, soprattutto per il costone dai colori straordinari e per i fondali marini.
Un altro luogo molto frequentato e affollato, soprattutto durante l’estate, è il Laghetto delle Ondine. Sorge nella zona orientale di Pantelleria, in località Punta Spadillo. Si tratta di un laghetto naturale che costeggia il mare, da cui è separato soltanto da una parete rocciosa. Quest’ultima si immerge poi nelle acque marine, creando un’ambientazione davvero unica e di grande richiamo. Il Laghetto delle Ondine viene chiamato in questo modo perché si credeva che fosse sacro alle ninfe del mare. L’acqua del bacino interno viene continuamente ricambiata grazie alle maree ed è ideale per fare il bagno perché è sempre tranquilla anche con il mare agitato. Per vivere al meglio l’isola consigliamo sempre il noleggio di uno scooter o di un ‘auto. Inoltre il noleggio di una barca vi permetterà di vedere l’isola in modo diverso sfruttando la possibilità di raggiungere specchi d’acqua e punti mare unici nel mediterraneo.